Warning: Creating default object from empty value in /home/metisoft/public_html/wp-content/themes/vella-child-theme/header.php on line 54

Fatturazione Elettronica 2020

Ti proponiamo la soluzione più giusta per te.

Cos'è e come funziona la Fatturazione Elettronica

La Legge di Bilancio 2018, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale numero 302 del 27 dicembre 2017 (Legge 205/2017), ha stabilito che la fatturazione sia esclusivamente in forma elettronica.

L'obbligo in questione prevede che le transazioni commerciali tra B2B e B2C che intercorrono tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia, siano regolate esclusivamente da fatture elettroniche in formato XML specifico, trasmesse e ricevute attraverso il Sistema di Interscambio (SDI).

Entrata in vigore già dal 01 gennaio 2018.

HAI BISOGNO DI UN SUPPORTO
PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA?

Elementi Normativi

Il nuovo provvedimento del 28 febbraio 2020 “MODIFICHE AL TRACCIATO FE” approva nuove specifiche tecniche, in sostituzione di quelle allegate al provvedimento del 30 aprile 2018. La trasmissione al sistema di interscambio e il recapito delle fatture saranno possibili anche con quelle attualmente in uso (approvate con provvedimento del 30 aprile 2020) dal 01 ottobre 2020 e fino al 31 dicembre 2020.
A partire dal 1 gennaio 2021 (data precedente 1 Ottobre 2020), SDI accetterà solo i documenti predisposti con lo schema approvato con il Provvedimento del 28 febbraio 2020.

Adempimenti

1. Munirsi di firma digitale

per poter scambiare in rete documenti con piena validità legale garantendone autenticità e integrità.
Per richiederla è necessario rivolgersi ai certificatori accreditati autorizzati dall’Agenzia per l’Italia Digitale oppure alla propria Camera di Commercio.

2. Registrarsi allo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)

per accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione e dei privati con un’unica Identitá Digitale, assicurandosi la piena protezione dei dati personali.
Per ottenere l’identitá digitale SPID bisogna rivolgersi ad uno dei gestori di identitá accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

3. Conservare a norma la documentazione

per garantirne nel tempo autenticità, integrità, affidabilità, leggibilità e reperibilità.
Chi definisce le modalità operative per la conservazione e gestisce i conservatori accreditati è l’Agenzia per l’Italia Digitale.

Novità introdotte dalla versione 1.6 del tracciato XML

Nuovi elementi per la gestione della fatturazione elettronica
  • • Aggiunta di nuovi codici di Errore
  • • Modifica ai criteri di controllo per alcune tipologie di errori
  • • Aggiunte restrizioni del campo ‹PECDestinatario›
  • • Nuovo attributo ‹SistemaEmittente›
Introdotti nuovi controlli sui dati fattura
  • • Aggiunta di nuovi codici Tipo Documento e Campo Natura
  • • Aggiunta nuovi codici Tipologia Ritenute
  • • Nuove codifiche per operazioni non soggette e operazioni non imponibili
  • Modificato il campo DatiBollo
Variato lo schema XSD della fattura ordinaria e delle fatture transfrontaliere
  • • Nuove integrazioni all’adempimento dell’Estrometro
  • • Nuova gestione delle fatture elettroniche differite
  • Consultazione delle FE sul portale dell’AE
  • • Modifica alla disciplina del bollo sulle FE

Benefici

  • • La nuova gestione della FE permette di aumentare l’efficienza nella contabilizzazione dei dati e delle informazioni, semplificandone il processo:

  • - i nuovi Campi Natura eliminano l’obbligo di inserire il riferimento normativo nei campi descrittivi;
  • - viene permessa la replicabilità del blocco dati ritenute;
  • - aggiunte codifiche per differenziare le ritenute riferite a persone fisiche (INPS, ENASARCO, ENPAM, ecc);
  • - viene permessa la consultazione delle FE sul portale web dell’AE, anche per consumatori finali, creazione del «cassetto fiscale».

  • • I nuovi criteri di controllo permettono di ridurre gli errori che causano lo «scarto» da parte del SDI, attraverso l’uso di campi più dettagliati.

  • • I nuovi codici introdotti permettono di differenziale le fatture immediate da quelle differite, garantendo una gestione automatica del documento sia per operatori economici che per l’amministrazione.
    L’AE potrà di verificare direttamente la presenza di informazioni relative al trasporto (ddt) o ad altro documento equipollente.

  • • L’utilizzo dei nuovi codici, molto più specifici, permette di predisporre i dati in maniera più accurata per le dichiarazioni IVA (dichiarazione precompilata IVA, registri IVA, liquidazioni periodiche IVA).

  • • È stata resa facoltativa la valorizzazione dell’elemento ImportoBollo, riducendo la responsabilità solidale da parte dell'acquirente.

  • • L’utilizzo delle nuove codifiche previste nel nuovo tracciato permette di eliminare l’adempimento dell’esterometro anche per il ciclo passivo.
    Permane la possibilità di evitare l’esterometro anche per ciclo attivo.

  • • L’esportatore abituale non ha più l’obbligo di comunicare al Fornitore la dichiarazione d’intento trasmessa all’AE al fine di effettuare acquisti senza applicazione dell’IVA.

  • • Introdotta la lotteria degli scontrini aggiuntiva «zero contanti» anche per gli esercenti nel caso di pagamento degli acquisti con strumenti tracciabili ed elettronici.

Soluzione completa Metisoft

Metisoft è in grado di supportare i propri clienti nella implementazione delle nuove modifiche sul sistema SAP del cliente («Fatturazione Elettronica 2020»). In alternativa, nella fornitura di una soluzione completa per la gestione avanzata e il monitoring del processo end-to-end di invio e ricezione fatture («Soluzione completa Metisoft per l’adempimento dell’obbligo della fatturazione elettronica»).

E-Invoice Cockpit

La soluzione standard Metisoft permette di adempiere all’obbligo di fatturazione elettronica tramite una gestione automatizzata e il monitoring del processo end-to-end di invio e ricezione delle fatture. Attraverso l’utilizzo di un monitor user friendly «E-fattura», sarà possibile monitorare tutte le fatture di vendita e di acquisto in outbound e in inbound.

Flusso Outbound

Scenario: Fatture emesse da SAP e trasmesse allo SdI tramite provider intermediario (ciclo attivo).

Flusso Inbound

Scenario: Fatture inviate dal fornitore (XML/PDF) e trasmesse dallo SdI tramite provider intermediario (ciclo passivo).

HAI BISOGNO DI UN SUPPORTO
PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

soluzioneSAP S/4HANA


SCOPRI

soluzioneSAP Business One


SCOPRI

notiziaMetisoft Academy


LEGGI TUTTO